martedì 25 gennaio 2011

Telefonata in diretta all'Infedele. Lite tra Gad Lerner e Silvio Berlusconi



Basta. Non se ne può più. Che un Presidente del Consiglio intervenga continuamente in trasmissioni televisive è una cosa da ritenersi aberrante. Ma quelli che sono ancora più sconcertati sono i modi.

Chi, come me, ha visto ieri sera l'Infedele è stato testimone di quello che dovrebbe rientrare nel genere degli scherzi telefonici.

Perchè, come può un Presidente del Consiglio prendersi la briga di telefonare in una trasmissione televisiva, a fronte del fatto che sbeffeggia ben più importanti sedi, come il Tribunale di Milano?

Impeccabile la risposta di Gad Lerner: «Essendo lei anche il mio presidente del Consiglio, la prego di moderare i termini». E ha ragione. Il Presidente del Consiglio dovrebbe RISPETTARE i suoi cittadini.

Poi è uscita anche la concezione che Berlusconi ha delle donne. In due modi.

Il primo, in una affermazione: «le COSIDDETTE signore presenti in pubblico».
Bella fine di frase, non c'è che dire. In linea con la sua concezione di donna oggetto (mi permetto di dire che una donna che aderisce alla filosofia Pdl è una donna che contribuisce a cancellare anni di battaglie finalizzate a migliorare il ruolo della donna nella società).

Il secondo, in un ordine: «Invito cordialmente l'onorevole Zanicchi ad alzarsi e venire via da questo incredibile postribolo televisivo».
Invito cordialmente? Non è possibile. In quanto capo del partito così facendo tu ORDINI ad un tuo rappresentante di fare una cosa, che il rappresentante non aveva sentito l'esigenza di fare. Evidentemente il tono della trasmissione non era poi così basso.

Ma la vera domanda è:
perchè un Presidente del Consiglio sente di dover telefonare un giorno sì e l'altro pure in televisione per difendersi? Ha la cosiddetta "coda di paglia"?
Perchè non c'è altra soluzione.
Un Presidente del Consiglio dovrebbe essere concentrato sul suo operato e non dovrebbe avere neanche il tempo di esporsi mediaticamente in questo modo. È segno di DEBOLEZZA. Vogliamo veramente un Presidente del Consiglio così DEBOLE, occupato per il 99.9% del suo tempo a difendersi, mentre l'Italia è stritolata dal suo immobilismo?

Abbiamo definitivamente perso il senso del limite.

2 commenti:

Sandra ha detto...

sì.perso nel nulla

A.V. ha detto...

Concordo. L'Italia sta vivendo un periodo di "vuoto pneumatico", sotto tutti i punti di vista.

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. La riproduzione del titolo, dei testi e delle immagini originali è possibile solo citando con link il sito e l’autore. E’ vietata ogni modifica e utilizzo a scopo commerciale. L’autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all’interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Per tal motivo questo non implica l’approvazione dei siti stessi, sui cui contenuti è declinata ogni responsabilità. L'autore, infine, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo andreavighi@inwind.it