mercoledì 4 gennaio 2012

Remember Us: The New World, Cose molto cattive e Sette anime

The New World
di Terrence Malick
con Colin Farrell, Christian Bale, Q’Oriana Kilcher
Avventutra, 151 min., USA, 2006
****

È incredibile come Malick riesca a parlare del rapporto che intercorre tra l’Uomo e la Natura in modo così naturale e convincente. Qui lo fa con la storia d’amore tra Pocahontas e John Smith. La particolarità è che le ambientazioni mutano in base al sentimento d’amore della protagonista. Fino a quando la bella si sente amata dall’avventuriero, l’azione si svolge tra i territori rigogliosi della Virginia. Quando lui decide di lasciarla per continuare il suo compito di esploratore lei si lega a John Rolfe e, trasferitasi in Inghilterra, si muove tra le geometrie di un giardino all’italiana.

Cose molto cattive
di Peter Berg
con Christian Slater, Cameron Diaz, Daniel Stern, Jon Favreau
Grottesco, 101 min., USA, 1998
*** 

Kyle (Favreau) si deve sposare con Laura (Diaz) e gli amici di vecchia data gli organizzano un addio al celibato totalmente wild in quel di Las Vegas. Tra sesso e droga la situazione degenera. Sarà proprio vero che “quello che succede a Las Vegas rimane a Las Vegas”? In questo caso l’ondata di omicidi sembra inarrestabile. Il film ricorda Piccoli omicidi tra amici e anticipa Una notte da leoni, ma qui i personaggi sono più “cattivi”, più “pazzi”, più “spudorati”. Colpo di scena choccante o finemente grottesco?

Sette anime
di Gabriele Muccino
con Will Smith, Rosario Dawson, Michael Ealy
Drammatico, 123 min., USA-It., 2008
**

Ben Thomas (Will Smith), ricco ingegnere aerospaziale, è stritolato dal senso di colpa per aver provocato un incidente stradale in cui è morta la moglie e altre sei persone. Cosa fare per redimersi? La cosa più ovvia: salvare la vita a sette persone di indubbia moralità. Come? Lascio a voi la sorpresa. Qui basta aggiungere che Will Smith ha perennemente l'espressione da "cane bastonato", la Dawson è brava, l’alchimia tra i due personaggi che interpretano funziona. Per il resto (ovvero una buona parte del film) siamo di fronte ad un’accozzaglia di situazioni lacrimose e luoghi comuni che ci restituiscono la sensazione di essere stati “violentati” emotivamente.

1 commenti:

albaincucina ha detto...

bellissimo film 7 anime. io e mia figlia amiamo molto il cinema e riteniamo interessante il tuo sito e anche ben strutturato, io ho un sito di cucina aperto da poco se puo' interessarti vieni a trovarmi,cibo e musica si sposano bene ciao da www.albaincucina.it

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. La riproduzione del titolo, dei testi e delle immagini originali è possibile solo citando con link il sito e l’autore. E’ vietata ogni modifica e utilizzo a scopo commerciale. L’autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all’interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Per tal motivo questo non implica l’approvazione dei siti stessi, sui cui contenuti è declinata ogni responsabilità. L'autore, infine, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo andreavighi@inwind.it