venerdì 14 settembre 2012

Remember Us. Boogie Nights, Eraserhead, In questo mondo libero


Eraserhead – La mente che cancella
di David Lynch
con Jack Nance, Charlotte Stewart, Allen Joseph, Jeanne Bates
Inquietante, 89 min., Usa, 1977
****

Il film che ha fatto conoscere il genio di David Lynch al mondo intero. Non ci sono parole che possano descriverlo a pieno. Forse l’aggettivo “inquietante” è quello che si avvicina di più alla sua essenza. Da vedere anche perché, a pensarci bene, rientra in quella ristretta cerchia di film che non invecchieranno mai.


In questo mondo libero
di Ken Loach
con Kierston Wareing, Juliet Ellis, Leslaw Zurek
Drammatico, 96 min.,  Gran Bretagna, 2007
*** ½

Certo, non siamo sui livelli del capolavoro Il vento che accarezza l’erba (2006), ma lo stile di Loach è inconfondibile. Ogni suo film possiede una dignità e una coerenza che fanno impallidire qualsiasi altro regista. In questo caso si parla di sfruttamento, di lavoro in nero e non ci sono buoni e cattivi. C’è semplicemente un’umanità malata, incatenata e corrotta a tutti i livelli dal denaro.

Boogie Nights – L’altra Hollywood
di P. T. Anderson
con Mark Wahlberg, Burt Reynolds, Julianne Moore, John C. Reilly
Drammatico, 156 min., Usa, 1997
**½

Indubbiamente questo film riesce a ricostruire una stagione (fine anni Settanta, inizio anni Ottanta), ma non sono così sicuro che sia riuscito a carpirne l’anima. Agrodolce e ironico al punto giusto non riesce, però, a restituire fino in fondo l’idea “dell’altra Hollywood”, che sembra troppo finta, troppo artefatta, frutto di una ricostruzione basata su giornalini e video pornografici dell’epoca più che su una ricerca filologica di ciò che è realmente stato.

2 commenti:

Babol ha detto...

Boogie Nights mi era piaciuto parecchio, gli altri due invece mi mancano, ahimé!

Serena ha detto...

Tre film molto diversi tra loro. Il primo e l'ultimo sono due cult assoluti!

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. La riproduzione del titolo, dei testi e delle immagini originali è possibile solo citando con link il sito e l’autore. E’ vietata ogni modifica e utilizzo a scopo commerciale. L’autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all’interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Per tal motivo questo non implica l’approvazione dei siti stessi, sui cui contenuti è declinata ogni responsabilità. L'autore, infine, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo andreavighi@inwind.it