domenica 7 ottobre 2012

Remember Us. La pianista, Rushmore, Paradiso + Inferno

La pianista
di Michael Haneke
con Isabelle Huppert, Benoit Magimel, Annie Girardot
Drammatico, 130 min., Francia-Austria, 2001
***½

Maestra di piano di mezza età vive ancora con la madre e sfoga le proprie repressioni sessuali nel voyeurismo e nel masochismo. Un ragazzo si innamora di lei ma non riesce a farla uscire dal vortice. C’è la malattia, c’è un’attrice eccezionalmente brava e affascinante. Il resto viene relegato un po' in secondo piano. Film che non può non aver profondamente ispirato Black Swan (D. Aronofsky, 2010).

Rushmore
di Wes Anderson
con Jason Schwartzman, Bill Murray, Seymour Cassel, Olivia Williams
Commedia, 93 min., USA, 1998
*** 

Preludio al più maturo The Royal Tenenbaums (2001), che ne riprende lo stile (inconfondibile) e la fanciullesca ironia. A tratti simpatico e, soprattutto, ben girato. Ma alle opere di Anderson manca qualcosa. I suoi film ricordano la nouvelle cuisine (mi scuso per il paragone): ottime composizioni che non saziano più di tanto.

Paradiso + Inferno
di Neil Armfield
con H. Ledger, Abbie Cornish, Geoffrey Rush
Drammatico, 108 min., Australia, 2006
*½

Paradiso + Inferno o Requiem for a dream (D. Aronofsky, 2000) + Christiane F. – Noi, ragazzi dello Zoo di Berlino (U. Edel, 1981)?

2 commenti:

Babol ha detto...

Rushmore è uno dei miei film preferiti, anche se purtroppo è poco conosciuto.
Quanto ad Anderson, ha uno stile così particolare che gli perdono tutto :PP

nella ha detto...

La pianista..una Huppert straordinaria...
Rushmore ..giustamente , ti alzi leggero...
Paradiso*inferno..nostalgia di Ledger , grande Rush...

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. La riproduzione del titolo, dei testi e delle immagini originali è possibile solo citando con link il sito e l’autore. E’ vietata ogni modifica e utilizzo a scopo commerciale. L’autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all’interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Per tal motivo questo non implica l’approvazione dei siti stessi, sui cui contenuti è declinata ogni responsabilità. L'autore, infine, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo andreavighi@inwind.it