giovedì 6 marzo 2014

Remember Us. Lola Montès, Quel treno per Yuma, Henry

Lola Montès 
di Max Ophuls 
con Martine Carol, Peter Ustinov, Anton Walbronk, Ivan Desny 
Drammatico, 140 min., Francia, Germania Ovest, Lussemburgo 1955 
**** 

Ascesa e declino di Maria Dolores Porriz y Montès, conosciuta come Lola Montès, che da amante di un gran compositore e di un regnante finisce per fare l’attrazione in un circo che usa la sua storia come filo conduttore per un magnificente spettacolo. Ophuls, alla sua ultima regia, sfrutta la parabola discendente di Lola come grande metafora per criticare una società che si stava progressivamente votando al divismo e al Dio denaro. Tecnicamente ineccepibile: la macchina da presa “danza”.

Quel treno per Yuma 
di James Mangold 
con Russell Crowe, Christian Bale, Logan Lerman, Dallas Roberts 
Western, 117 min., USA, 2007 
*** ½ 

Dan Evans (Bale), coltivatore in serie difficoltà economiche, contribuisce alla cattura del fuorilegge Ben Wade (Crowe). Accetta, un po’ per sopravvivenza un po’ per riscattarsi da un passato che preferisce nascondere, la buona cifra di 200 dollari per condurre e caricare il malvivente sul treno diretto alla prigione di stato che passa da Yuma. Ma la banda di Wade farà di tutto per liberarlo mentre il loro rapporto si trasforma in profonda stima. Western dai ritmi attualizzati che non recide il cordone ombelicale con le peculiarità del genere per un risultato gradevole ma frenato nel finale, dove tutto si risolve. Buona la recitazione di Crowe e Bale.

Henry 
di Alessandro Piva 
con Carolina Crescentini, Claudio Gioè, Aurelien Gaya, Pietro De Silva 
Noir, 86 min., Italia, 2010 
** 

Tratto dall’omonimo romanzo di Giovanni Mastrangelo (Einaudi, 2006), il film parla di una storia di traffici di droga ambientata a Roma. Lì il male corrompe tutto, anche in chi ha il dovere di far rispettare la legge. Pur sfruttando un tema di per sé interessante, Piva manca il bersaglio perdendosi in ghirigori stilistici che smorzano l’incisività della storia. Tutto rimane così, spudoratamente, a livello superficiale.

1 commenti:

Insane Bazar ha detto...

Mi ispira moltissimo il primo film ;)))

Miss Piggy

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. La riproduzione del titolo, dei testi e delle immagini originali è possibile solo citando con link il sito e l’autore. E’ vietata ogni modifica e utilizzo a scopo commerciale. L’autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all’interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Per tal motivo questo non implica l’approvazione dei siti stessi, sui cui contenuti è declinata ogni responsabilità. L'autore, infine, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo andreavighi@inwind.it