giovedì 31 ottobre 2013

I migliori film horror degli ultimi dieci anni. Secondo voi e secondo noi



Buon Halloween a tutti!!!

Questa è la notte delle streghe. Qualcuno si imbucherà ad una festa con ragnatele finte e zucche intagliate solo per uscirne sbronzo e non ricordarsi nulla domattina. Qualcun altro si sta già preparando psicologicamente al tour dei cimiteri. Ma per tutti questa è la notte perfetta per godere la visione di un bel film horror. 

Ma qual è quello giusto, in un periodo in cui i remake girati male la fanno da padrone e il rischio di incappare in una tavanata galattica è dietro l'angolo?
Abbiamo chiesto a voi, fidati lettori. Di seguito riportiamo le vostre preferenze.

Si aggiudica il premio del pubblico Le colline hanno gli occhi (Alexander Aja, 2006), remake dell'omonimo film di Wes Craven (anch'esso da recuperare) del 1977.

Menzione speciale, invece, per 28 settimane dopo, Scream 4, Saw - L'enigmista, Rec, Paranormal Activity, Lasciami entrare e Final Destination 3D.   

Di seguito riportiamo invece il nostro countdown. Dalla decima alla prima posizione, in un crescendo che decreterà il miglior film horror degli ultimi dieci anni (secondo noi).



10 – Bed Time (2011)

Motivazione: In una recensione avevo già fatto notare che lo stesso anno era uscito The Resident (Antti Jokinen, 2011) con Hilary Swank, film che mette in scena praticamente le stesse cose. Ma qui la storia è più malata, e il finale è a dir poco terrorizzante.

 

 
9 – The Final Destination 3D (2009)
Motivazione: Da vedere solo ed esclusivamente nella sua versione in tre dimensioni. Mi ricordo ancora il sudore freddo e i salti sulla poltrona del multisala.


 


8 – Lasciami entrare (2008)
Motivazione: Entra nella Top Ten perché è un film d’autore, dove la ricercatezza delle inquadrature e la particolarità della storia lo rendono un unicum difficilmente eguagliabile.


 


7 – La città verrà distrutta all’alba (2010)
Motivazione: Remake riuscito. La tensione c’è e si avverte, la trama è sempre interessante e quello che ne esce è un horror gradevole e alla portata di tutti. Di quelli da vedere e rivedere.


 
 

6 – 30 giorni di buio (2007)
Motivazione: Pensavate che i vampiri fossero passati di moda? Questo film li recupera al meglio e, grazie anche all’ambientazione (la neve, il buio), ne esce un’interessante prova tutta da gustare.





5 – Le colline hanno gli occhi (2006)
Motivazione: Altro ottimo remake dove i ritmi e le trovate del cinema contemporaneo attualizzano la storia originale, impreziosendola.



 

 
4 – Orphan (2009)
Motivazione: Se vuoi spaventare il pubblico metti in pericolo donne e bambini. Qui invece è una bambina a seminare il terrore in una famiglia perfetta (?), ma nessuno sospetta di lei. Pensate ancora di volerli adottare?



 
E ora... il Terrore, il Terrore!!!


3 – Saw – L’enigmista (2004)
Motivazione: Ci riferiamo al primo capitolo come emblema di una serie di successo. Un "viaggio" nell'orrore che, con Final Destination, si è imposto nell’immaginario collettivo grazie alle sue macchine infernali, la suspense che sono riuscite a creare e una trama fitta di colpi di scena.


 
2 – Wolf Creek (2005)
Motivazione: Secondo gradino del podio perché è un horror cattivo sotto tutti i punti di vista: fisico e psicologico. La tensione sale fino a raggiungere vette difficilmente sostenibili, senza mai scadere nel gore e senza mai tradire la scritta che ad inizio film ci avverte che i fatti sono realmente accaduti.

 

And the Winner is...
 

1 – Rec (2007)
Motivazione: A nostro parere si aggiudica il primo posto perché è riuscito a far paura nel modo che più ci piace: rielaborare la tradizione senza titubanze per dare vita a qualcosa di innovativo.

3 commenti:

Enrico Teodorani ha detto...

Saranno anche i più belli degli ultimi dieci anni (forse), ma quelli che ho visto non mi sono piaciuti per nulla. Sarà forse per questo che fra i miei dvd horror non ho praticamente nulla che vada al di là degli anni novanta.

L.Z. ha detto...

Eh sì, purtroppo l'horror contemporaneo ha dovuto cercare un nuovo linguaggio e nuove forme di espressione, non sempre efficaci...ma alcuni dei film in classifica, soprattutto quelli nelle prime posizioni, non sono così male! ;-)
Torna a trovarci!

Phiiiibi. ha detto...

Roba che non potrei vedere neanche se fossi obbligata ahah

#aiutosonounafifona!

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. La riproduzione del titolo, dei testi e delle immagini originali è possibile solo citando con link il sito e l’autore. E’ vietata ogni modifica e utilizzo a scopo commerciale. L’autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all’interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Per tal motivo questo non implica l’approvazione dei siti stessi, sui cui contenuti è declinata ogni responsabilità. L'autore, infine, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo andreavighi@inwind.it