mercoledì 24 novembre 2010

Note azzurre a luci rosse

Nella prima edizione integrale delle Note Azzurre che Adelphi pubblica in occasione del centenario della scomparsa di Carlo Dossi sono contenuti anche aneddoti e riferimenti piccanti a personaggi illustri dell'epoca.

Alcune di queste annotazioni vennero soppresse dalla moglie dello scrittore, che nel 1912 pubblicò una edizione parziale della raccolta; altre vennero censurate nel 1955 da Raffaele Mattioli, allora amministratore delegato della Banca Commerciale il quale, dopo avere accettato di stampare l'opera sotto il prestigioso marchio Ricciardi, alla fine si sottrasse per non essere vittima di ritorsioni legali da parte dei parenti dei personaggi citati.

Ma chi erano questi ultimi?
Erano nientemeno che alcuni dei più importanti protagonisti della scena politica e culturale del tempo: Manzoni, Tommaseo, Crispi, addirittura il re Vittorio Emanuele e tanti altri:

LA CONTESSA. Si dice che una contessa B (...) di Udine, immiserita per la sua prodigalità, abbia prostituito una sua figlia di 13 anni a quel re viziatore di vergini che ha nome V. Emanuele. Sta il fatto che la contessa oggidì spende e spande e trae in carozza la sua infamia pei pubblici passeggi di Udine. (n.539) MANZONI. Udii accusare Manzoni di pederastia, quando era giovine e avrebbe avuto per compagno di vizio il Bernardino Righetti zio di Cletto Arrighi. Certo è che Manzoni scrisse in gioventù poesie assai licenziose. Udii anche come Carlo Alberto nel 1849 fosse fuggito da casa Manzoni travestito da carrettiere. (n.3678) TOMMASEO. Tommaseo, egregio puttaniere. Manzoni udendo tale una sera imbrodolare di lodi il dalmatino, saltò su a dire "l'è ora de finilla con sto Tommaseo, ch'el gha on pè in sagrestia e vun in casin". Tommaseo, già attempato, entrando nell' usato bordello, chiedeva alla fantesca "c'è la candela?". Poichè il serafico poetuccio, l'autore di tanti libri di pedagogia, per eccitarsi al sacrificio venereo avea bisogna di una candela di sego nell'ano. E Tommaseo chiamava poi le mammelle "le ali dell'uccello". (n. 4952)

Continua a leggere

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. La riproduzione del titolo, dei testi e delle immagini originali è possibile solo citando con link il sito e l’autore. E’ vietata ogni modifica e utilizzo a scopo commerciale. L’autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all’interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Per tal motivo questo non implica l’approvazione dei siti stessi, sui cui contenuti è declinata ogni responsabilità. L'autore, infine, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo andreavighi@inwind.it