mercoledì 29 dicembre 2010

Forse ritrovata la "camera d'ambra" grazie ad una "mappa del tesoro"


Il tedesco Andreas Uckert sostiene di aver trovato una mappa del tesoro. E il tesoro sarebbe la leggendaria “camera d’ambra”, regalata nel 1716 da Federico Guglielmo I re di Prussia allo zar Pietro il Grande e poi rubata e nascosta dai soldati nazisti. Valore 150 milioni di euro circa.

«È una vita che vado alla caccia di vecchi documenti – ha dichiarato all’Austrian Times –. Ho trovato la mappa in una bancarella di Berlino lo scorso 17 giugno. Sulla mappa vi sono un’aquila e una svastica. Mettere in vendita simboli nazisti è un reato, in Germania. Forse per questo il venditore me l’ha ceduta per pochi soldi e in fretta. Osservandola meglio mi sono accorto delle scritte nascoste che ho potuto leggere con una torcia elettrica».

Che gran culo, diciamo noi! Anche solo per l’emozione che (sempre che la notizia sia vera) deve aver provato. Fatto sta che avere in mano un pezzo di carta non vuol dire niente. Uckert, infatti, sta cercando un mecenate che paghi le spese delle ricerche. Tanto è vero che il giornale austriaco mette anche il suo numero di telefono. Eccolo: +49 3306 204 7198.

Vi invitiamo a chiamarlo e a fargli qualche scherzo. Sì, perché uno che va in cerca di un mecenate che lo freghi all’ultimo momento se lo merita! Se invece lo volete battere sul tempo, ecco a voi la zona in cui cercare: Fulda, centro della Germania, in almeno tre bunker sotterranei. Lo so, è un po’ vago. Ma vuoi mettere poter sussurrare almeno una volta nella vita: «Il mio tesssoro».

(Fonte della notizia: Corriere della Sera)

1 commenti:

L.Z. ha detto...

Grande!
Lo chiamo subito!!!

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. La riproduzione del titolo, dei testi e delle immagini originali è possibile solo citando con link il sito e l’autore. E’ vietata ogni modifica e utilizzo a scopo commerciale. L’autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all’interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Per tal motivo questo non implica l’approvazione dei siti stessi, sui cui contenuti è declinata ogni responsabilità. L'autore, infine, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo andreavighi@inwind.it