venerdì 17 dicembre 2010

Novità da Blockbuster. Cosa vedere e cosa no

Da vedere

Il padre dei miei figli
di Mia Hansen-Løve con Chiara Caselli, Louis Do-de Lancquesaing, Alice de Lancquesaing
***1/2

La storia, opera prima dell’ottima Mia Hansen-Løve, parla del tragico declino del produttore cinematografico Grègoire Canvel e della reazione della sua famiglia. Soprattutto della sua figlia più grande. Il film può sembrare acerbo, ma non è così. La regista sceglie infatti di raccontare nel modo più oggettivo l’elaborazione di un lutto famigliare, senza mai enfatizzarlo, sempre conscia che l’“uomo” non è mai totalmente buono né mai totalmente cattivo, mai interamente virtuoso né mai pienamente incapace. È il caso di dire (in merito al film e ai contenuti che veicola): domani è un altro giorno.


Nightmare (A Nightmare On Elm Street)
di Samuel Bayer con Jackie Earle Haley, Katie Cassidy, Rooney Mara
**

Seguito della fortunatissima saga a cui aveva dato il la Wes Craven nel 1984 con Nightmare – Dal profondo della notte. Ma in questo caso risulta evidente che non basta un guanto munito di lame e un maglione a strisce orizzontali rosse e verde scuro per fare un film su Freddy e per essere Freddy. Freddy può essere interpretato solo da Robert Englund, che lo è nelle movenze, nella fisicità, nel volto. Jackie Earle Haley non è Freddy. Numerosi i riferimenti ai capitoli precedenti, anche se questo film si vuole porre come final-prequel, ovvero ha la malcelata velleità di far vedere perché Freddy diventa l’“incubo” e al contempo si vuole porre come un pout pourri di tutto ciò che è avvenuto in precedenza. Nonostante questo l’opera resiste e si lascia vedere dall’inizio alla fine, anche grazie all’abbondante uso di sangue e alla voglia che avevamo di vedere ancora una volta Freddy in azione.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. La riproduzione del titolo, dei testi e delle immagini originali è possibile solo citando con link il sito e l’autore. E’ vietata ogni modifica e utilizzo a scopo commerciale. L’autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all’interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Per tal motivo questo non implica l’approvazione dei siti stessi, sui cui contenuti è declinata ogni responsabilità. L'autore, infine, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo andreavighi@inwind.it