mercoledì 2 febbraio 2011

Un amore di escort

Stamattina ad Agorà, la trasmissione condotta da Andrea Vianello su Raitre, hanno intervistato una escort, una donna sui trentacinque anni, che ha raccontato di avere iniziato a fare questo lavoro tre anni fa, dopo un’esperienza come operaia e una lunga disoccupazione.

Ha confessato con onestà di essere stata attratta verso questo mondo dai soldi facili e dal gran numero di clienti, che le assicuravano guadagni eccezionali e, infine, alla giornalista che le domandava se non credeva di mortificare se stessa, ha dato una risposta illuminante, dicendo che per lei prostituirsi non è una umiliazione, perché fa parte di un patto prestabilito, di un accordo stipulato sin dall’inizio tra le parti, mentre la vera umiliazione sarebbe lasciarsi coinvolgere in una relazione impegnativa sotto il profilo emotivo e poi venire abbandonati.

Questa dichiarazione mi ha fatto molto riflettere perché, al di là di Arcore, festini e bunga bunga, credo che la ragione che spinge molte donne “normali” a vendere il loro corpo sia proprio questa: la paura di avere una delusione in un rapporto, che sia affettivo o lavorativo, nel quale si sono investite tutte le proprie forze e i propri sentimenti.
Ecco allora che di fronte a questa prospettiva appare molto più semplice scoprirsi “escort”, indossare una maschera, una corazza capaci di proteggere dalle insoddisfazioni e dalle delusioni a cui la vita, inevitabilmente e, anche, fortunatamente, ci mette davanti. In questa veste, niente può far male, perché l’unica cosa che si investe è il corpo, l’esteriorità, non il cuore e l’essenza di una persona.

E poco importa se, nella paura di cadere in piccoli fallimenti quotidiani, si finisce per cadere nel fallimento più grande: l’annullamento di se stesse.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. La riproduzione del titolo, dei testi e delle immagini originali è possibile solo citando con link il sito e l’autore. E’ vietata ogni modifica e utilizzo a scopo commerciale. L’autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all’interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Per tal motivo questo non implica l’approvazione dei siti stessi, sui cui contenuti è declinata ogni responsabilità. L'autore, infine, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di Contattarmi per la loro immediata rimozione all'indirizzo andreavighi@inwind.it